La mia terra

kjrsisrioroireekehkejekj

 

La mia terra è il mondo. Bergamo, Como, Lecco, il Resegone sono la  roccaforte dove giunsero i miei avi Paterni, Celti provenienti  dall'Asia Centrale e vi si stabilirono 4000 anni orsono, Clan  indomiti che seppero contrastare Romani, Unni, Longobardi, Veneti e  tanti altri che inutilmente cercarono di sottomettere i nobili  cavalieri delle steppe. La nostra storia non si misura in anni ma in  battaglie vinte orgoglio di una stirpe di guerrieri che cercava di  creare lo spazio vitale indispensabile per le generazioni future.

 
Nobili da 4.000 anni dall'alto delle nostre montagne della bergamasca  abbiamo visto passare, regnare e dissolversi l'autorità di Conti,  Duchi, Re, Imperatori; ma noi siamo rimasti nei millenni sempre  invitti. La mia terra è la Prussia e i Feudi Teutoni da dove venne  mio Nonno, i balcani, il Montenegro è la terra di mia Madre.  Trieste slovena e austriaca fedelissima all'Impero Germanico e Asburgico è la  mia città di adozione che ha saputo nei secoli diventare grande  accogliendo con spirito di fratellanza: italiani, greci, ebrei,  tedeschi, croati, serbi, rom, montenegrini, francesi, borbonici,  spagnoli con le loro Religioni e culture facendone una città  multietnica e interreligiosa aperta al mondo, porta dell'oriente.

 
Tutto il sapere lo devo a queste origini tramandato nel mio DNA e  arricchito ulteriormente da mille stimoli che fecero di questa  che è  stata una meravigliosa città la culla di studi e ricerche, invenzioni  e produzioni poetiche e letterarie dove le Muse potevano vivere e  prosperare in ogni campo e dalle quali ho cercato di apprendere dai  Maestri del passato la luce del sapere.

 

 

 

BERGAMO, CAPPELLA COLLEONI

 

 

 

 

La Cappella venne fatta edificare nella seconda metà del Quattrocento dal Capitano dell'esercito veneto, Bartolomeo Colleoni, come suo mausoleo. L'edificio venne progettato dall'architetto Giovanni Antonio Amadeo e per la sua realizzazione venne abbattuta la sagrestia di santa Maria Maggiore. La Cappella presenta numerosi richiami alla Basilica adiacente, come la facciata policroma, i cui colori fanno riferimento al portale della Chiesa, risalente al Trecento. All'interno è collocato, entro un arco trionfale, il sepolcro del Colleoni, composto da due arche una sopra all'altra e da sculture di gusto rinascimentale. Ad ornare la tomba si trova, inoltre, una statua equestre di Colleoni realizzata in legno e risalente all'inizio del Cinquecento. La cupola è affrescata con le raffigurazioni della Virtù e della vita di San Giovanni Battista, dipinte nella prima metà del Settecento dal Tiepolo. La Cappella conserva, inoltre, il sepolcro di Medea, figlia del Colleoni.

 

 

 

CASTELLO DI MIRAMARE, TRIESTE

 

 

 

Il Castello di Miramare a Trieste residenza dell'Arciduca d'Asburgo  Massimiliano futuro Imperatore del Messico, sugli ultimi 100 giorni di  Regno Colleoni ha pubblicato un volume edito dalla Italo Svevo di  Trieste.